Lettera Aperta al Sindaco di Modena

Imbiancatura pareti professionale
solo fino al 21/08
149,00 €
Piega & Gloss riflessante e lucidante!
solo fino al 18/08
18,00 €
Piega in super offerta!
solo fino al 18/08
9,00 €
Le tue finestre come nuove!
solo fino al 12/08
80,00 €
Lettera Aperta al Sindaco di Modena
?>

Carissimo Sindaco di Modena,

Gentilissimo Sig. Gian Carlo Muzzarelli

è ormai passato qualche giorno dal Modena Park 2017 e, anche se l’euforia e i ricordi non scappano ancora dai nostri cuori, è giusto e normale che si torni alla quotidianità Modenese, con i suoi lavoratori, le sue chiacchiere al bar con un gnocco fritto, i suoi brontolii e i suoi sorrisi.

Chi le scrive è un ragazzo (?! a seconda dei punti di vista, dentro son giovanissimo) di 35 anni a cui piace esternare le proprie emozioni, a volte in maniera un po’ colorita, cercando di arrivare lì, in fondo a quella cosa che ci troviamo nel petto ogni giorno: il Cuore.

Adoro il Cuore, rifugio di tante emozioni e pensieri, un piccolo organo che si dimostra enorme, come la nostra Città: Modena è piccola, piccolissima rispetto a tanti altri luoghi del nostro Paese e ancora più piccola se guardiamo l’Europa e il Mondo, ma siamo Grandi, Grandissimi dentro e riusciamo a trasmettere emozioni così pure e semplici da toccare ogni Cuore che incrociamo sulla nostra strada.

Però…c’è un però, in tutto questo bellissimo scenario ci sono persone che vanno controcorrente, che non guardano in faccia a nessuno, che pensano solo a fare le cose in Grande, con quel senso di onnipotenza che ne distingue il ruolo e Lei, Signor Sindaco, è una di queste persone e Io, dal profondo del mio Cuore, la Ringrazio!

La Ringrazio perché ha avuto Coraggio, Follia, Intelligenza, Amore e Rispetto: verso i suoi pensieri, verso la Città e verso i Cittadini.

La Ringrazio perché erano anni, decenni, che non si vedeva nulla di simile a Modena (non le ruberò tempo ripetendo a proposito delle mille emozioni, ma se vorrà potrà sapere cosa ho provato io e tante altre persone leggendo questo mio personale “grazie”: http://www.modena24.net/grazie-e-sono-sobrio/).

La Ringrazio perché ha fatto una cosa grandiosa, certo ha avuto il supporto di una marea di persone eccelse, forse le più toste per ogni ruolo dallo spazzino alla organizzazione, ma se fosse successo qualcosa? Se qualcosa fosse andato storto? Ci avrebbe rimesso Lei: faccia, ruolo istituzionale e forse anche la prossima candidatura.

Lei, Signor Sindaco, ha messo Modena sul Filo del Rasoio e sa benissimo perché: che figura avrebbe fatto anche l’Intera Città se le cose fossero andate male? Quanto ci avrebbe rimesso in termini economici?

Ma la tranquillizzo Sindaco, queste sono analisi di poco conto e anche piuttosto stupide, si è vero ha corso il rischio e forse se l’è pure fatta un po’ sotto, ma un Fuoriclasse sa sempre quando può giocare sul filo del rasoio e quando no, sa dosare coraggio e follia, sa scegliere i compagni di squadra con cui triangolare.

Quindi la Ringrazio ancora chiamandola Sig. Sindaco in Onore della Città, ma anche Gian Carlo perché dietro la figura istituzionale c’è anche un Uomo da ringraziare, e tra l’altro è la persona a cui vorrei parlare ora.

Gian Carlo mettiamoci un attimo seduti, su quei tavolini vecchio stile che stanno tanto bene nelle vecchie osterie modenesi…ordina quello che vuoi, oggi offro io.

Le senti vero le voci modenesi? I Suoni Meravigliosi di questa Città, ci sei nato e vissuto e so che non li hai mai dimenticati un attimo, nemmeno in vacanza. Lo senti l’odore delle nostre meraviglie culinarie? E i sapori antichi delle ricette delle rezdore? Sono certo di sì…non avresti mai combinato nulla di simile (n.b.: modena park) se non avessi i sensi pieni zeppi di tutte queste emozioni.

E la Piopa? Guarda li quanto svetta fiera, al centro di una delle Perle d’Italia…è bella eh? Così semplice e complessa allo stesso tempo a far compagnia al nostro anziano Duomo con un ginocchio un po’ tormentato che lo obbliga a stare leggermente piegato, ma che tiene in alto l’onore di questa Città e protegge il Nostro Caro Zemian.

Ecco Gian Carlo, ho scelto questo luogo per farti sedere e chiederti di fare una promessa: non fermarti qui, vai fiero di ciò che hai fatto e dimenticalo subito per affrontare la prossima avventura con la stessa umiltà, concentrazione, rispetto e Amore verso Modena e i Modenesi.

Ho 35 anni e la mia memoria è relativamente corta, ma non ricordo qualcuno che abbia Osato tanto per Modena e che ci sia pure riuscito PERFETTAMENTE, senza una sbavatura, come un quadro riuscito al primo colpo, come una palombella morbida e pulita dalla trequarti, come un ragù sugoso ed unto al punto giusto, come un Tortellino perfettamente piegato.

Io di organizzazioni, politica e tutte quelle robe non ne capisco nulla, ma riesco a percepire quando una Città si Emoziona e Regala Emozioni, ascolto le voci e gli umori, le faccio mie, mi è sempre piaciuto e continuerò a farlo, perché del resto sono le Emozioni che ci fanno vivere…e io voglio Vivere in questa Città, come tanti altri più o meno giovani di me.

Per favore Gian Carlo, prometti a questa Città che rivivrà altre emozioni simili, seppur diverse, che c’è un Progetto serio per farla tornare a vivere così come ha vissuto nei giorni scorsi, che c’è un futuro gioioso per i commercianti e i suoi cittadini, che Modena tornerà ad essere una meta turistica Unica nel suo genere, un luogo in cui ricevere l’Amore che si riceve a casa propria e in cui si diventa consapevoli di dover portare lo stesso rispetto.

Fai in modo che ci vengano a trovare le persone che hanno voglia di sorridere con noi, persone da amare e con cui vivere sempre nuove emozioni; persone diverse, che hanno voglia di Noi, così come noi abbiamo voglia di Loro.

Ma soprattutto: Credi nei Giovani, dagli spazio e fiducia, forse non conosceranno le “tecniche” e hanno poca esperienza, ma sono Folli, Geniali e Intraprendenti proprio come te.

Lo so Gian Carlo, “non è mica facile, non è mica semplice…ma siamo Vivi” e hai tutto il tempo che ti serve, a patto che ti riposi e poi si inizi subito…ma mica devo dirtelo io questo (e giustamente penserai “allora perché me lo dici?”, beh così…fa sempre bene ricordarselo)

Gian Carlo ora la senti questa brezza che spazza via l’umido dell’aria? Se ascolti bene è Modena che ti parla, ti ringrazia e ti chiede di proseguire in questa direzione.

Sinceramente a me della Politica interessa ben poco in questi frangenti, ad esser franco non so nemmeno da che parte stai, ma ho capito che sei dalla parte di Modena e tanto mi basta.

So che sei sotto assedio giornalistico in questo periodo, che hai voglia di riposo e vacanze per ripartire alla grande, ma se vorrai, anche solo 5 minuti, a quel tavolino ci possiamo sedere per davvero, offro io.

Dario Ruscetta, un cittadino semplice.

 

Non perderti le ultime news dal mondo Mudneis!

Iscriviti alla Newsletter di Modena24

Diventa fan di modena24 su Facebook