Suicide Squad : la recensione di Federico Carrera

Piega & Gloss riflessante e lucidante!
solo fino al 18/08
18,00 €
Piega in super offerta!
solo fino al 18/08
9,00 €
Taglio + piega in offerta
solo fino al 18/08
15,00 €
Le tue finestre come nuove!
solo fino al 12/08
80,00 €
?>

Domani al multisala Victoria ritorna la rassegna english movie, il film in programmazione è Suicide Squad.

Ecco la recensione del nostro giovane critico Federico Carrera .

In seguito alla morte di Superman, avvenuta nel recente Batman vs. Superman, l’agente governativo Amanda Waller decide di creare una Task Force X formata da pericolosi supercriminali costretti a lavorare per il governo in cambio di uno sconto sulla pena. Ad ogni membro viene iniettata nel collo un piccolo dispositivo esplosivo, che viene fatto esplodere nel caso di fuga o ribellione. Harley Quinn, Deadshot, El diablo, Capitan Boomerang, Killer Croc e Slipknot sono pronti ad entrare in azione sotto il comando del colonnello Rick Flag quando la sua fidanzata, la dottoressa June Moone, ormai posseduta dall’antico spirito dell’Incantatrice decide si scatenare l’inferno a Midway City. Però durante l’operazione il Joker si intromette tentando di rovinare i piani della Waller e della Suicide Squad.

 

Lodabili le interpretazioni da parte di tutto il cast e specialmente per quanto riguarda Margot Robbie, che ha interpretato una pazza Harley Quinn in modo sensazionale, e Will Smith, che ha recitato nei panni del cecchino Deadshot. Un grande cast che purtroppo non salva un film con una trama confusa, personaggi non approfonditi e una regia caotica. Citando il citico Chris Nashawaty: “Suicide Squad avrebbe potuto essere un balzo enorme per la DC” che effettivamente aveva già deluso molto con Batman vs Superman di Zack Snyder, uscito a marzo. Probabilmente la risposta che la Dc vuole dare al piano di sviluppo di cinecomics, avviato dalla Marvel nel 2008, è arrivata troppo tardi. Dal 2005 al 2012 in rappresentanza della DC comics vi è stata la trilogia de Il cavaliere oscuro interamente scritta e diretta da un bravissimo Christopher Nolan e interpretata da un magnifico Christian Bale. In seguito vi è stato L’uomo d’acciaio, aspramente criticato, e poi Batman vs Superman, senza tenere in considerazione il lavoro di Nolan, avviando una serie di film simili a quelli della Marvel, ma creando molta più confusione. Sia in Suicide Squad che in Batman vs Superman per cercare di creare una trama con un senso compiuto gli sceneggiatori hanno dovuto mettere insieme più di un fumetto, allontanandosi dalle storie originali e creando un gran miscuglio assolutamente insensato.

 

In conclusione, l’eccentrico Suicide Squad che molti si aspettavano non esiste, al suo posto un film confuso e lento su una squadra di criminali inserita all’interno di una trama che pare non esistere. Non resta che confidare in Justice League che uscirà nel 2017.

 

Federico Carrera

 

 

 

 

Non perderti le ultime news dal mondo Mudneis!

Iscriviti alla Newsletter di Modena24

Diventa fan di modena24 su Facebook