Connect with us

Trenkwalder si va verso il concordato intervista ad un esperto

Cronaca

Trenkwalder si va verso il concordato intervista ad un esperto

Situazione critica per la Trenkwalder, l’agenzia di lavoro interinale con
sede a Modena. Questo il comunicato emanato dai sindacali : “Le OO.SS. Nidil CGIL, FeLSA CISL e Uiltemp hanno > incontrato l’agenzia per il lavoro Trenkwalder per discutere della
posizione in cui l’azienda si è trovata in questi ultimi giorni, a causa
del mancato pagamento delle retribuzioni di settembre, derivante dalla
chiusura DEGLI AFFIDAMENTI FINANZIARI DA PARTE DEGLI istituti di credito.
Trenkwalder ha esposto la situazione, informando di aver fatto richiesta e
ottenuto l’ammissione alla procedura di concordato preventivo, unica
strada in grado di consentire all’azienda di ripristinare in tempi rapidi
la liquidità necessaria per riprendere l’attività ordinaria, anche a
fronte del notevole incremento delle performance aziendali dell’ultimo
trimestre.

Ma che cos’è il concordato preventivo? In quali casi si applica? lo
abbiamo chiesto all’avocato modenese Giovanni Botti che già da tempo si
occupa di questo tema più che mai attuale…

Avocato di cosa stiamo parlando?

SI TRATTA DI UNA PROCEDURA FINALIZZATA
ALLA RISOLUZIONE DELLA CRISI DI IMPRESA. E’ UNO STRUMENTO CHE NEGLI SCORSI
ANNI E’ A VOLTE STATO UTILIZZATO NON SEMPRE PER QUESTO FINE, MA LE PIU’
RECENTI MODIFICHE LEGISLATIVE, AD ESEMPIO LA PREVISIONE DI UNA PERCENTUALE
MINIMA DEL 20% DI SODDISFO DEI CREDITORI CHIROGRAFARI, O DELLA
POSSIBILITA’ DI PRESENTARE OFFERTE CONCORRENTI, DI CERTO HANNO CONTRIBUITO
A RIPORTARE L’ISTITUTO NELL’AMBITO DEI FINI ORIGINARIAMENTE PROPRI. IN
OGNI CASO SIAMO IN ATTESA DELLA RIFORMA COMPLESSIVA DEL DIRITTO
FALLIMENTARE ALL’ESITO DEI LAVORI GIA’ ULTIMATI DELLA COMMISSIONE RORDOF.

Quando si applica?

SI RICORRE AL CONCORDATO PREVENTIVO COSI’ DETTO IN
CONTINUITA’, NON ESSENDO OGGI SEMPRE POSSIBILE RIENTRARE NEI LIMITI
STABILITI PER IL LIQUIDATORIO, QUANDO I PROFESSIONISTI AI QUALI
L’IMPRENDITORE SI RIVOLGE VALUTANO CHE SI POSSA SUPERARE LO STATO DI CRISI
ANCHE ATTRAVERSO OPERAZIONI DI RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE CON
CONTINUAZIONE DELLA ATTIVITA’ ANCHE CON DIFFERENTI MODALITA’; COMUNQUE IL
FINE E’ QUELLO DI SALVAGUARDARE IL PIU’ POSSIBILE I VALORI AZIENDALI,
DALLA FORZA LAVORO AL KNOW OUT.
Quante aziende ha gia “salvato” grazie a questo strumento?

ANCHE SE DA UN PAIO DI ANNI A QUESTA PARTE IL NUMERO DEI CONCORDATI E’ NOTEVOLMENTE
DIMINUITO, SONO COMUNQUE MOLTE LE AZIENDE CHE RICORRONO A QUESTO STRUMENTO
PER CERCARE DI SOLLEVARSI DALLO STATO DI CRISI CHE PUO’ ESSERE DETERMINATO
ANCHE DA SITUAZIONI CONTINGENTI O COMUNQUE TEMPORANEE. SAREBBE IN OGNI
CASO AUSPICABILE CHE GLI IMPRENDITORI IN DIFFICOLTA’ SI RIVOLGESSERO A> PROFESSIONISTI QUALIFICATI DEL SETTORE NEL MOMENTO IN CUI COMINCIANO AD
ACCORGERSI CHE LE LORO AZIENDE DANNO SEGNI DI DIFFICOLTA’. NEGLI LAVORI
DELLA COMMISSIONE RORDOF VIENE INFATTI DATA IMPORTANZA AI COSI’ DETTI
SEGNALI DI ALLERTA, INTENDENDO CON QUESTO INDICARE SITUAZIONI AL
VERIFICARSI DELLE QUALI L’IMPRENDITORE DOVRA’ ATTENERSI A QUANTO VERRA’
STABILITO DALLE NORME CHE VERRANNO EMANATE.

Cosa consiglia a chi. magari anche in acso di aziende più piccole sta
pensando al concordato?

COME DETTO PRIMA: AL VERIFICARSI DI SITUAZIONI
ANOMALE O COMUNQUE AL MANIFESTARSI DELLE PRIME AVVISAGLIE DI UNA POSSIBILE
CRISI, RIVOLGERSI A PROFESSIONISTI QUALIFICATI. RITENGO IN OGNI CASO CHE
AL GIORNO D’OGGI SAREBBE ANCORA MEGLIO AVERE UN RAPPORTO COSTANTE E> CONTINUATIVO CON I PROFESSIONISTI DEL SETTORE, SPESSO MAGGIORMENTE IN
GRADO, QUANTOMENO PER LA LORO NATURALE POSIZIONE DI TERZI RISPETTO ALLA
AZIENDA, DI VALUTARE, IN MODO PIU’ OGGETTIVO CHE L’IMPRENDITORE, GIA’ I
PRIMI SEGNALI DI CRISI AL LORO MANIFESTARSI.

 

More in Cronaca

To Top