Vasco a Modena Park: 100 tonnellate di rifiuti raccolti e 100.000 sacchetti distribuiti

Piega & Gloss riflessante e lucidante!
solo fino al 18/08
18,00 €
Piega in super offerta!
solo fino al 18/08
9,00 €
Taglio + piega in offerta
solo fino al 18/08
15,00 €
Le tue finestre come nuove!
solo fino al 12/08
80,00 €
rifiuti modenapark
?>

Più di 100 tonnellate di rifiuti raccolti dopo il concerto, oltre 160 persone e un centinaio di mezzi al lavoro dalle primissime ore di domenica solo al parco Ferrari e nelle aree adiacenti. Potenziati anche tutti i servizi di raccolta e spazzamento in centro storico per ripristinare già da questa mattina alle 8 il decoro della città.

Oltre ai principali servizi di igiene urbana, che nonostante alcune modifiche e le difficoltà logistiche non hanno mai subito interruzioni, Hera ha messo in campo, per settimane, per il concerto di Vasco uno schieramento aggiuntivo e straordinario di uomini e mezzi, in arrivo anche da altri territori gestiti dal Gruppo.

In via preventiva, tanto nell’area del concerto, degli accessi e lungo le principali vie di transito, Hera ha distribuito attraverso un centinaio di Ambasciatori Ambientali – nella sola giornata di sabato 1 luglio – quasi 100.000 sacchetti per la raccolta di carta e plastica e altrettanti per l’indifferenziato: uno sforzo importante con l’obiettivo di sensibilizzare tutti i partecipanti ad adottare comportamenti sostenibili, a non abbandonare e a separare per quanto possibile i propri rifiuti, utilizzando in modo corretto i numerosi servizi a disposizione e rispettando la città.

Le attività dei servizi ambientali gestite da Hera, intensificate nell’area del parco Ferrari già da fine maggio per tutta la durata degli allestimenti, hanno avuto il loro picco massimo venerdì mattina, con le pulizie che hanno avuto luogo dopo le prove generali, ma soprattutto nella notte tra sabato e domenica, non appena le condizioni di sicurezza e di viabilità hanno permesso l’intervento di personale e mezzi.

Già dalle primissime ore del 2 luglio, infatti, sono entrati in azione più di 160 operatori e un centinaio di mezzi, che hanno avviato la pulizia del parco Ferrari e delle immediate vicinanze dell’area del concerto, con servizi di spazzamento e raccolta sia manuale che meccanica.

Entro la giornata di oggi inoltre provvederanno a svuotare e rimuovere tutti i contenitori lì collocati: oltre 360 cassonetti da 1.700 litri (di cui 160 agli ingressi), 50 contenitori carrellati da 120 litri e 600 contenitori in cartone da 100 litri. Una primissima stima sul campo indica un totale di oltre 100 tonnellate di rifiuti raccolti tra indifferenziato, carta e plastica solo al parco Ferrari.

Le operazioni di pulizia del parco procederanno per tutta la giornata, consentendo già da oggi la riapertura di una prima parte che affaccia su Via San Faustino. Nei prossimi giorni gli interventi continueranno e il decoro dell’intera area verrà progressivamente ripristinato. Nella parte nord, in prossimità del palco, gli operatori di Hera proseguiranno poi il lavoro seguendo le varie fasi dello smontaggio delle attrezzature.

Anche in centro storico, dove erano stati potenziati i servizi e posizionati numerosi contenitori per la differenziata, già nella notte tra sabato e domenica, a partire dalle 4 circa, sono state avviate le operazioni di pulizia e raccolta rifiuti. Grazie all’impiego di una settantina di persone e ulteriori appositi mezzi, tra cui spazzatrici e idropulitrici, alle 8 di questa mattina il decoro urbano era già stato ripristinato nelle principali vie del cuore della città e nei siti più pregiati come Piazza Grande e Piazza Roma.

Nei primissimi giorni della settimana – man mano che verranno rimosse le transenne collocate dall’organizzazione – verranno progressivamente riposizionati nell’area blu, più adiacente al parco Ferrari, i contenitori stradali che erano stati spostati per motivi di sicurezza. In città, e in particolare nei parcheggi riservati al concerto, gli interventi di pulizia continueranno anche nei prossimi giorni fino al completo ritorno alla normalità di tutti i servizi.

Una pulizia a tempi di record per il concerto dei record: in poche ore la città, a meno di piccoli interventi di rifinitura che continueranno nei prossimi giorni, è ritornata alla sua abituale condizione di decoro. Un grande impegno per Hera e un bel segnale per la città, all’insegna del “Pulito è Rock”.

Non perderti le ultime news dal mondo Mudneis!

Iscriviti alla Newsletter di Modena24

Diventa fan di modena24 su Facebook